Tra Puglia e Primitivo, il Gambero Rosso ha portato 9 giornalisti internazionali a scoprire il territorio in un tour di tre giorni per parlare di cibo e di vino agli operatori di settore tra i più qualificati al mondo.

Usa, Cina, Russia, Germania, Giappone, Canada, Corea e Svizzera i loro paesi di provenienza.

L’Incoming Tour dei i reporter hanno avuto modo di conoscere le peculiarità e gli obiettivi deò Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria.

Tra visite alle bellezze di terra e di mare, hanno scoperto il potenziale di aziende grandi e piccole, degustato una 40ina di etichette appartenenti e non al Consorzio di Tutela, hanno assaggiato i prodotti tipici.

Ammirato il tramonto mozzafiato di Torre Colimena e visitato il museo del Primitivo di Manduria.

“La giapponese Makiko Morita di Daily Wines & Spirits, ha così commentato la sua esperienza, esaltando il gusto del Prmitivo di Manduria: “Un vino così marcatamente di terroir come Il Primitivo di Manduria è difficile trovarlo. Appena rientrerò in Giappone degusterò subito un suo calice e chiudendo gli occhi ripercorrerò tutto quello che abbiamo ammirato incontrato: il sole, il mare, la terra rossa e calcarea, le distese di alberelli, la gente. È stata un’esperienza fantastica”. Il curatore della guida Vini d’Italia, Marco Sabellico, ha invece sottolineato la sua sensazione di crescita delle piccole aziende, che, producendo il Primitivo di Manduria hanno permesso a quest’ultimo di diventare un’eccellenza internazionale, così come testimoniato dai numerosi premi ricevuti” racconta il sito Puglia.com.

Si sono anche divertiti tra laboratori del gusto, come quelli sulle tipiche orecchiette e sulle mozzarelle, corsi di cucina.