Ho riscoperto tra i miei ricordi di viaggio questa foto scattata poco più di un anno fa in una delle sale ad uso comune di Masseria San Domenico, a Savelletri di Fasano… sale che mi piace più chiamare relax o lettura, o sale per sognatori ad occhi aperti…perché in queste sale, a Masseria San Domenico, non si può non sognare. Arredate solo con oggetti d’antiquariato scelti personalmente dalla proprietaria, ci si perde nei tessuti, negli intagli del legno, nelle scene di vita dei dipinti antichi…
Di Masseria San Domenico si potrebbe dire che è un hotel lusso a 5 stelle, con un ristorante d’alta classe nella sala grande, aree lunch e dinner a bordo piscina, dependance sul mare, thalasso spa e suite extraconfort…ma questo lo dicono tutti…
Quello che non tutti i 5 stelle L hanno è la storia fatta dalle persone e raccontata negli oggetti scelti uno ad uno, magari nei mercatini del mondo, o raccontata con gli occhi e la voce dal personale mentre ti prepara un drink…
Penso a questo e mi viene in mente una frase di un libro dello scrittore Alessandro D’Avenia, Cose che nessuno sa, “Così è la bellezza: nasconde delle storie, spesso dolorose. Ma solo le storie rendono le cose interessanti…”
Masseria San Domenico è una masseria del XIV secolo, ed è sede della Fondazione San Domenico, costituita nel 2001, che si occupa del recupero degli insediamenti rupestri tra Fasano e Monopoli.

Il lusso è far parte della storia

www.masseriasandomenico.com
www.fondazionesandomenico.it

La cucina, poi, merita un discorso a parte…

Ps: questo è stato il mio primo articolo per il blog, credo fosse lo scorso dicembre, sul nuovo sito lo voglio tenere in evidenza per un po’ perché sento un legame particolare