Un altro successo per l’Italia, un altro successo per la Puglia: quella delle buone idee, dei giovani brillanti e della cultura e dell’arte. Ed è anche grande il successo per Let’s go guides, il portale delle guide turistiche indipendenti.

Let’s go guides porta la Puglia a Mosca, al Buy Puglia 2019, con Puglia Promozione

Giornale Italia, la rivista russa, se ne innamora e racconta Let’s go guides

Durante il Buy Puglia tour 2019 a Mosca, Nelly Yonkina, direttrice della rivista “Giornale Italia”, tra le start up presenti in fiera, ha selezionato proprio Let’s go guides per raccontarne la genesi e le prospettive future.

Una start up che ha conquistato il grande interesse del mercato russo, che fa l’occhiolino al turismo italiano di qualità e ben organizzato. Ma anche fuori dagli schemi. In particolare, per il fascino che la bella e solare Puglia ha sui flussi turistici nord orientali grazie anche a percorsi guidati nuovi e alternativi. Cuciti addosso alle voglie del viaggiatore.

Let’s go guides è la start up italiana nata dall’idea di due amici, Vito Amodio e Rita Piccinini. I due giovani, oltre a condividere la città e la regione di provenienza, Lecce nel profondo sud della Puglia, condividono la passione per le idee brillanti. Proprio come Let’s go guides, il progetto vincitore del bando Pin 2018.

Let’s go guides è il portale, www.letsgoguides.com, dove le guide turistiche, riconosciute dalla Regione Puglia, possono mettere in condivisione tour e visite guidate, classiche ma, soprattutto, alternative. E dove i turisti possono, finalmente, trovare o costruire con la guida il proprio itinerario preferito e non essere più costretti ai soliti viaggi.

Ve l’ho già detto, ma ve lo ripeto, perché di Ciceroni non ce ne sono mai abbastanza…soprattutto di quelli che hanno itinerari e destinazioni inedite…

Let’s go guides cerca guide turistiche in tutte e 6 le province pugliesi

La start up è nata pochi mesi fa e cerca già professionisti in tutte e 6 le province pugliesi, da Brindisi a Lecce, Taranto, Bari, Bat e Foggia. www.letsgoguides.com, qui le guide e i viaggiatori possono iscriversi ai servizi gratuitamente, e mettere in condivisione tour e visite guidate.

Il portale rappresenta un punto d’incontro virtuale in cui si mettono in comunicazione i viaggiatori con i “ciceroni” e gli esperti di Puglia, i quali possono raccontarsi e raccontare loro i propri itinerari.

Una sorta di bla-bla car per amanti delle visite guidate tra le bellezze, e perché no le bontà, della Puglia, magari con percorsi e destinazioni emozionali non necessariamente organizzati da guide ma anche da imprenditori che vogliono aprire le porte delle loro aziende di produzione, di olio, vino, prodotti caseari e agroalimentari, per raccontare una regione dalle mille sfaccettature.

Un trampolino di lancio per guide neo-riconosciute, un’occasione in più per veterani che vogliano ampliare la propria offerta.