di Carmen Vesco

“Oltre 1.000 etichette di vini (provenienti anche da piccoli e selezionati produttori locali) e specialità gastronomiche come caciocavalli, burrate, capocolli, cioccolato, paste di mandorla e molto altro ancora” con questa menzione, per la prima volta, entra nella mappatura della Puglia delle buone botteghe de “Il Golosario” anche l’Enoteca Fedele della città di Brindisi.

A Brindisi è difficile che non ci si sia mai serviti da Fedele, che si sia un privato o un imprenditore della ristorazione. Anni di lavoro per Spinelli riconosciuti e premiati a Milano, nella tre giorni dedicata al gusto a 360 gradi.

“Sono onorato, il merito è di tutti: della mia famiglia che mi è sempre vicina, dei miei collaboratori che sono sempre sul “ pezzo” e degli amici di Brindisi e provincia che hanno creduto in me in tutti questi anni” commenta a caldo, direttamente da Milano, un orgoglioso Spinelli.

Un successo, meritato sì, ma infondo inaspettato per Fedele che racconta come l’invito alla quattordicesima edizione di Golosaria sia stata una sorpresa. “Paolo Massobrio si trovava a Brindisi, ha visto la vetrina del mio negozio e ha deciso di entrare, ha girato un po’ per il locale, mi ha fatto delle domande e poi mi è arrivato l’invito a ritirare il premio” racconta Fedele Spinelli.

Paolo Massobrio premia Fedele Spinelli della omonima enoteca a Brindisi

Paolo Massobrio è da 30 anni critico gastronomico, e collabora attivamente alla costruzione della Guida alle cose buone d’Italia, non si sa perché si trovasse in città ma di certo è rimasto colpito dalla varietà, e qualità, dell’offerta dell’enoteca di viale porta Lecce tanto da inserirla tra i 4378 negozi di tutta Italia, 200 le enoteche, 12 in Puglia. Solo due nella provincia di Brindisi: l’altra è l‘enoteca Argento di Fasano che ha ancora un punto vendita a Martina Franca, con un reparto gastronomia che dedica una ampia selezione a formaggi, salumi e piatti tipici regionali, oltre alle migliaia le etichette italiane ed estere, più una buona selezione di distillati accanto a calici e accessori per il vino.

Spinelli è salito, come gli altri 200 colleghi di “enoteche”, sul palco della edizione targata 2019 della manifestazione enogastronomica “Golosaria”, che si è tenuta al MiCo FieraMilanoCity e che ne ha riconosciuto la bontà. 

Nella preziosa Guida del 2020 alle cose buone d’Italia l’Enoteca Fedele è tra i dodici negozi della sezione enoteche segnalati in tutta la Puglia.

Oltre ai due brindisini, la guida annovera 5 enoteche nel Barese e sono Cucumazzo, Il tralcio, Vinarius De Pasquale, De Candia, La bottega dell’allegria; 2 nel Foggiano e sono Bisceglia e Boccadama; una a Parabita (Lecce) Salentusole; 2 nel Tarantino la già menzionata Argento e Nel regno di Bacco.

Dal 26 al 28 ottobre 2019, insieme a Spinelli e i colleghi delle enoteche, a raccolta altri 300 artigiani del gusto, 100 cantine, 20 cucine di strada, per un Golosaria che ha visto la creazione di nuove aree per oltre 80 eventi nel fitto programma di fiera che si chiude oggi.

Anche la tradizione culinaria del sud Italia è stata ben rappresentata: dalla Puglia l’Hostaria di Puglia di Giovanni Liuzzi con le bombette pugliesi cotte su braci a carbonella, mentre i Fratelli Marzano presenti con un’altra gloria dello street food regionale, ovvero i panzerotti in ogni declinazione.