Due nuove stelle Michelin arrivano in Puglia: premiati Felix Lo Basso con il suo Memorie a Trani e Pietro Penna del ristorante Casamatta di Manduria.

Tra i 30 nuovi insigniti dall’ambito riconoscimento della longeva guida per automobilisti, e ancor di più buongustai, ci sono due new entry in Puglia. Regione che conserva le sue 10 “tappe” consigliate nel 2019 (a cui va sottratta quella di Andria dove Umami ha annunciato la chiusura) e a queste ne aggiunge, anche quest’anno, altre due.

Segno che la Puglia della della buona cucina e della ristorazione sta crescendo, nonostante stentino ad arrivare queste famose “due stelle”, riconoscimento, va detto, che lo scorso anno non ha gratificato nessun italiano a dimostrazione della difficoltà di aggiudicarsi la “deviazione” consigliata dalla Rossa.

Premiazione Guida Michelin 2019 al Teatro Comunale di Piacenza Foto: Mario Bolivar Pennelli, consulente enogastronomico e scrittore-giornalista

Memorie a Trani è il “regalo” del già stellato Felix Lo Basso alla sua terra: Felice, in arte Felix, è di Molfetta, classe ’73, un profilo internazionale, costruitosi in anni di esperienze fuori confine.

Chef stellato dal 2011, guarda Milano dall’alto, con i suoi occhi pugliesi. dalle vetrate del suo Felix Lo Basso Restaurant all’ultimo piano della Galleria Vittorio Emanuele II, affacciato sul Duomo.

Ma sogna il ritorno, e sogna di onorare la sua terra con il suo talento. Il sogno si avvera già alla vigilia della primavera 2018 quando Felix inaugura il suo Memorie e si consolida, oggi, 6 novembre 2019, quando viene chiamato sul palco del Teatro Municipale di Piacenza, con la sua brigata, per rendere Trani protagonista della premiazione della 65 a edizione della Guida Michelin Italia 2020. Con questa stella si apre una nuova vita per un nuovo Memorie, che sta vivendo una fase di “restyling” dentro e fuori dalla cucina: tra le novità un easy gourmet per avvicinare le nuove generazioni di gastronauti a un ristorante stellato.

Lo avevamo conosciuto solo poche settimane fa a Bari, nelle cucine del Palace Hotel, con un “dream team” d’eccezione di ben altri 7 giovani cuochi pugliesi, a cucinare per la sua terra nella cena evento “Il Ritorno” appunto. Una evento di “Puglia Lab”: l’’associazione di cuochi, produttori, sommelier, blogger, giornalisti, di cui lo stesso chef si onora di fare parte.

E il premio di oggi ha questo sapore: quello del ricongiungimento, finalmente, con la terra madre. Perché il Memorie di Felix Lo Basso nasce dalla “nostalgia della mia terra”.

Premiazione Guida Michelin 2019 al Teatro Comunale di Piacenza Foto: Mario Bolivar Pennelli, consulente enogastronomico e scrittore-giornalista

E si pensa a un nuovo futuro da oggi, forse già da ieri, insomma appena sono stati invitati a presenziare alla kermesse di lancio della Guida Michelin 2020, anche nel ristorante del Vinilia wine resort di Manduria.

Altra stella pugliese “appuntata” sul cuore della terra del Primitivo, Manduria, che copre così anche il Tarantino.

La riceve Pietro Penna, chef o “direttore d’orchestra” delle cucine di Casamatta, nel piccolo castello salentino del Vinilia.

Nato a Specchia, si forma professionalmente nei migliori ristoranti d’Europa: St. Moritz, Ginevra, Milano, Parigi. Parigi soprattutto, a lavoro nell’Hotel George V, due stelle Michelin, guidato da Eric Briffard. “Questa esperienza stellata mi ha permesso di affacciarmi ad una cucina innovativa e creativa. Ciò che lì ho appreso è divenuto un tesoro di cui mi servo tuttora: precisione e rigore sempre tendenti ad un crescendo inesorabile” si racconta Penna.

“Ma non dimenticate da dove venite” è la sua esortazione. Mantra che lo ha riportato a casa, anzi in un castello. E arriva a condurre i giochi e i fuochi del Wine Resort di Manduria Vinilia: scommessa puntata due anni e mezzo fa dalla famiglia Lacaita, imprenditore metalmeccanico Pietro e le due figlie Marika e Simona.

Scommessa vinta.

La Puglia oggi può festeggiare un buon successo con le sue 12 stelle Michelin, meno una: a metà ottobre è stata annunciata la chiusura di Umami ad Andria per divergenze con la proprietà, ma la guida era già in stampa. Felice Sgarra è, comunque, intenzionato ad aprire un nuovo ristorante di mare a Trani, per il 2021 entra già nei pronostici? Lo dirà il tempo.

Quello che è certo oggi è che la Puglia si aggiudica con la Sicilia (2 bistellati e 15 stellati) il primato dei riconoscimenti nel sud Italia, Campania a parte che ha “spaccato” con 6 due stelle e ben 37 stelle.